Carla Bruni: se Sarkozy mi tradisse potrei tagliargli la gola

L’infedeltà, la famiglia, il marito Nicolas Sarkozy, la sua attuale carriera di cantante. Carla Bruni Sarkozy, l’ex modella torinese ed ex Première dame di Francia, ha rilasciato un’intervista all’edizione francese di Elle. I giornalisti del settimanale l’hanno incontrata nella sua casa di Parigi, in prima pagina c’è la foto di lei in giardino che indossa fieramente una maglietta blu con la scritta: “Une femme française”, “Una donna francese”. E Nicolas Sarkozy? “Con mio marito – afferma colei che sposò l’ex presidente nel febbraio 2008 dopo sei mesi di relazione, prendendo inoltre la nazionalità transalpina – ho scoperto qualcosa che mai avrei pensato di vivere, un colpo di fulmine come nei romanzi d’amore. E sono diventata la donna di una coppia classica come mai avrei pensato”. E se la tradisse? “Lo vivrei male, veramente male. Potrei commettere atti estremi come tagliarli la gola o le orecchie durante il sonno”. “Più seriamente – continua – credo che si debba evitare di essere infedeli, è troppo pericoloso. E’ una delle strade verso la separazione. E poi mi sembra che la fedeltà sia condizione fondamentale del matrimonio”. E ancora: “Io sono bastarda e, del resto, amo i bastardi. Mio marito anche è un sangue misto, non assomiglia a ciò che chiamano l’élite, non fa parte dell’establishment e io lo adoro”. La ex Première dame annuncia infine che un suo nuovo disco è in preparazione: “Non so ancora quando uscirà, l’unica cosa che so è che cantare mi rende incredibilmente felice”.