Brexit, Marine Le Pen: «La Storia torna bella. Basta musi lunghi, gioite»

«Il voto per la Brexit dimostra quanto la Storia è bella». Parola di Marine Le Pen che plaude a i britannici che con questo gesto hanno lanciato «un segnale di libertà al mondo intero». Parole nette quella dellaleader del Front National in plenaria all’Europarlamento. «Il popolo britannico ha portato una sanguinosa smentita e uno schiaffo al progetto europeo bastato sul ricatto e la paura – ha aggiunto la figlia d’arte – perché da decenni la storia europea è costruita contro la volontà dei popoli a cui è stata imposta una povertà perpetua». E tutto questo – spiega Marine Le Pen – grazie a «politiche assurde». La Le Pen ora promette una nuova “grandeur” ai suoi concittadini. Dopo la Brexit  – prosegue il suo intervento la leader del Fn – «mi impegno a portare la Francia verso un progetto di grandeur». Come in altre occasioni la Le Pen ha invocato per il suo Paese il «patriottismo economico» e il patriottismo tout court, il ripristino delle frontiere e lo stop all’immigrazione clandestina. «La Gran Bretagna ha spezzato le catene dell’Unione europea a cui era stata legata dai propagandisti respingendo le minacce d’apocalisse delle vostre Borse, quindi – ha concluso – mettete da parte i vostri musi lunghi e gioite». Qualche giorno fa la Le Pen ha incontrato il presidente della Repubblica François Hollande per sostenere il quesito referendario anche in Frrancia. Ma a quanto pare il faccia a faccia tra Hollande e la leader del Front National si è concluso con un nulla di fatto. L’Eliseo infatti ha negato infatti alla leader della destra francese qualunque collaborazione per la promozione di un referendum anti-Ue: Hollande ha risposto con un secco “no”.