Berlusconi prepara il gran ritorno. E in Forza Italia nulla da cambiare

Silvio Berlusconi sta recuperando velocemente, Il Giornale parla non a caso di dimissioni dal San Raffaele già a fine mese. Nell’agenda politica del Cavaliere, il rilancio di Forza Italia resta al primo punto. Soprattutto dinanzi al dinamismo della Lega che si riunisce a Parma per dar vita al “Cantiere del Paese che vogliamo”. Ma anche i problemi interni restano intatti sul tappeto. Che fare col vecchio cerchio magico? “In Forza Italia – scrive Il Giornale – restano le fibrillazioni ma Berlusconi non vuole rivoluzionare alcunché. Non è il momento: le beghe in freezer. Per ora. Viene inoltre smentita l’ipotesi di una convocazione di un congresso da aprire in autunno per registrare i bulloni della linea politica. Niente di tutto ciò: Berlusconi è ancora in campo e se, per questioni di salute, oggi non può esserlo al cento per cento, presto lo sarà domani”. Quanto ai rapporti con gli alleati, i berlusconiani ripetono che «la Lega nelle urne non ci ha surclassato, anzi». Grande attenzione comunque per la convention leghista a Parma: serve reciprocità di ascolto, è il monito di Giovanni Toti. Ma sui nomi della delegazione che andrà all’appuntamento si attende il placet di Berlusconi cui spetta l’ultima parola, anche se sicuramente ci sarà Mariastella Gelmini.