Berlusconi, per i medici non ci sono ostacoli all’attività politica

FacebookPrintCondividi

Domani mattina Silvio Berlusconi verrà trasferito dal reparto di terapia intensiva e potrà ricominciare a camminare e “progressivamente riacquisterà tutte le sue libertà”. Lo afferma il medico personale del Cavaliere, Alberto Zangrillo in merito all’intervento al cuore subito dall’ex premier.

“Dal punto di vista del cuore – ha affermato il cardiochirurgo Ottavio Alfieri – credo che una volta eseguito questo intervento, avendo eliminato quello che rappresenta il peso emodinamico della anomalia – siccome è ancora in buone condizioni, non penso che ci siano delle restrizioni particolari alla attività di una persona. Certamente va tenuto conto dell’età e di altre cose ma non mi sentirei di dire ‘no, no può fare una campagna elettorale o politica’. Questa è cosa che deciderà lui e nessuno potrà cambiare molto la sua decisione”. L’intervento, ha aggiunto, è definitivo. “No non c’è assolutamente alcun rigetto della valvola biologica bovina. Materiale che può nel tempo deteriorare, ma il deterioramento non si verifica prima di 15-20 anni”.  La valvola “è costruita con cardio-bovino. Sono le migliori, con il follow up maggiore e sono usate su tutti i malati che necessitano di una bio protezione”.

Durante l’intervento a Silvio Berlusconi – ha raccontato Alfieri – “c’era un po’ di tensione, un pochino più di stress. Il paziente che ho operato dopo era un pochino più difficile e complesso, ma ero più sereno e tranquillo rispetto al primo caso. Alfieri ha aggiunto che “un chirurgo non diventa famoso perché opera una persona famosa. Un chirurgo diventa famoso per quello che fa tutti i giorni, giorno dopo giorno, con fatica e per quello che realizza”. Inoltre, rivolgendosi ai cronisti ha chiesto: “Qualcuno di voi conosce per esempio il nome del medico che ha operato Bill Clinton? Nessuno se lo ricorda”. “Sono pochi i giorni in cui usciamo dall’anonimato – ha proseguito – ma sicuramente tra 3 o 4 giorni tutti si scorderanno di me e di questo non mi importa niente”.