Berlusconi in ospedale, sui social si scatena la fiera del cattivo gusto

FacebookPrintCondividi

Come già accaduto per l’europarlamentare Gianluca Buonanno, deceduto in un incidente stradale domenica, anche il ricovero di Silvio Berlusconi in ospedale ha dato fiato, sui social, ad esempi di cattivo gusto e di sciacallaggio. Reazioni incontrollabili, tipiche di quello hate speech che sul web va ormai per la maggiore seminando odio o piccole dosi di neocinismo un tanto al chilo. Così c’è chi scrive che giugno è pieno di belle sorprese, “da Buonanno a Berlusconi sperando nella volta buona” e chi fa il tifo: “lassù qualcuno cerca la doppietta”.

C’è poi chi ironizza sulle donne: «Lo faranno Santo! Ci ha insegnato il Bunga Bunga!», «magari il suo cuore smetterà di battere. Le olgettine no», «Forse pensa ancora a Ruby» «Dopo aver visto l’infermiera ha chiesto pure quella vestita da monaca…». E c’è chi collega il ricovero ai risultati delle ultime elezioni comunali: «Troppe emozioni in questi giorni, ti mandiamo Renzi a tenerti la mano come scambio di favori!». «Con la batosta che ha preso, sai che colpo al cuore», «Ricoverato per problemi al cuore: sarà l’amore per Gorgia Meloni?». Si sprecano battute macabre: “Berlusconi ricoverato d’urgenza al San Raffaele, il medico rassicura tutti: è gravissimo”, “Ricoverato per falso in battito cardiaco” e “Non siamo preoccupati fanno sapere da Forza Italia. Tranquilli: nemmeno noi”. Un campionario di inciviltà mescolato ai rimasugli del peggiore antiberlusconismo.