Berlusconi: «Al ballottaggio a Roma voterò scheda bianca»

«Il presidente Silvio Berlusconi, residente a Roma, al ballottaggio si recherà a votare, e voterà scheda bianca, per sottolineare l’inadeguatezza di entrambe le proposte politiche ma anche, di fronte al drammatico astensionismo, l’importanza di esercitare sempre e comunque il diritto di voto. In questo rivolgiamo un pressante appello a tutti gli Italiani ad andare a votare il 19 giugno». È quanto si legge in una nota di Forza Italia.

Il consigliere di Berlusconi: “Giachetti e Raggi insoddisfacenti”

«A Bologna appoggeremo convintamente la candidata della Lega Nord Borgonzoni perché dove è in corsa un candidato del centrodestra non abbiamo ovviamente dubbi, invece dove c’è lotta tra Pd e M5S in tutta franchezza non saprei cosa dire ai nostri elettori. A Roma direi libertà di voto».  Lo ha detto il presidente della Liguria e consigliere politico di Berlusconi Giovanni Toti commentando il voto. «Non saprei scegliere tra due ricette che trovo largamente insoddisfacenti per il Paese – ha aggiunto Toti –  A Roma forse qualche nostro elettore avrà simpatia per la Raggi, che certamente ha fatto una corsa importante e anche agguerrita, ma probabilmente io voterei scheda bianca». Toti non chiede, invece, in modo esplicito, i voti Grillini per la candidata del centrodestra Ilaria Caprioglio che a Savona ha superato di misura il rivale del M5S ed è al ballottaggio con la candidata del Pd: «Chi vuole cambiare la città – afferma però -, chi ha combattuto contro il Pd che ha governato fino a oggi, di qualsiasi parte politica sia, deve scegliere noi».