Ballottaggi nel Lazio: centrodestra vincente a Sora, Cassino e Terracina

FacebookPrintCondividi

Sorprese, conferme e il montare dell’onda pentastellata in provincia di Roma. È lo scenario del Lazio dopo il secondo turno delle amministrative, che hanno visto andare alle urne quindici “grandi” Comuni, a partire naturalmente dalla Capitale. Ma non meno clamoroso della vittoria romana di Virginia Raggi è il risultato di Latina, dove la destra, qui tradizionalmente fortissima, viene sbaragliata dalla lista civica Bene Comune, guidata dal medico Damiano Coletta, che forte dell’appoggio al secondo turno anche del Pd, ha battuto il candidato di Fratelli d’Italia Nicola Calandrini con un 75% che farà storia. In provincia di Roma spiccano i quattro risultati positivi del M5s: ad Anguillara Sabazia è sindaco Sabrina Anselmo (55%), a Genzano Daniele Lorenzon (59,6%), a Marino Carlo Colizza (67,57%), a Nettuno Angelo Casto (69%). A Bracciano il civico Armando Tondinelli ha prevalso in modo netto su Claudio Gentili del Pd, con il 62,35%. Simile risultato a Mentana, dove Marco Benedetti, sempre sotto simboli non-partitici, è sindaco con il suo 64% abbondante; niente da fare per la Pd Maria Rendini. Anche Rocca di Papa premia un civico, Emanuele Crestini (63,21%) ai danni di Silvia Sciamplicotti, sostenuta dal Pd. Il civico Roberto Di Felice era già stato eletto al primo turno sindaco di Ariccia. Passando in provincia di Latina, i democratici respirano a Minturno, dove Gerardo Stefanelli si impone con un netto 67,52% su Massimo Signore del centrodestra.

Le vittorie di Procaccini, D’Alessandro e De Donatis

Confermato invece alla guida di Terracina Nicola Procaccini, dei Fratelli d’Italia, con un rotondo 63% che gli fa vincere il derby di centrodestra contro il forzista Gianluca Corradini. Nel Frusinate sono tre i grandi Comuni che andavano al voto: ad Alatri il sindaco è Giuseppe Morini del Pd, che con il 52,2% supera il civico Enrico Pavia. Di segno opposto il sindaco di Cassino: Carlo Maria D’Alessandro, sostenuto da una ampia coalizione di centrodestra, vince il tricolore, ma davvero per un soffio (50,70%); rimpianti per Giuseppe Golini Petrarcone, centrosinistra. Anche a Sora vince il centrodestra nella figura di Roberto De Donatis, con il 57,23%; nulla da fare per Ernesto Tersigni. In provincia di Rieti e di Viterbo nessun grande Comune è andato al voto.