Ballottaggi, alle 12 ha votato in Italia il 15%. Alta affluenza a Milano

Ballottaggi, l’affluenza alle urne, rilevata alle ore 12 di oggi, si è attestata intorno al 15%. Al primo turno l’affluenza alle ore 12 negli stessi comuni era stata del 16,57%. Alta l’affluenza a Milano, dove ha votato il 15,93, quasi un punto in più rispetto alla media nazionale dei ballottaggi. Il candidato a sindaco del centrodestra, Stefano Parisi, è andato a votare dopo aver fatto un corsa al parco.

Al di sotto della media nazionale dei ballottaggi,  l’affluenza registrata a Roma: 13,28 %. Ma può essere comunque considerata una buona affluenza, tenuto conto del fatto che alla stessa ora, al primo turno, aveva votato il 14, 12, quindi meno di un punto in più. Nella Capitale se la vedono Virginia Raggi (M5S) e Roberto Giachetti (Pd). Basso il dato di Napoli: alle 12 l’affluenza è stata del 10,06, al primo turno fu del 15,16.

Alta, rispetto alla media nazionale dei ballotaggi,  l’affluenza a Bologna, dove ha votato il  17,74% . A Bologna è in corso il ballottaggio per l’elezione del sindaco tra Virginio Merola (centrosinistra) e Lucia Borgonzoni (centrodestra). Rispetto al primo turno si tratta però di un’affluenza decisamente più bassa: alla stessa aveva votato il 19,91%.

A Torino, dove al  ballottaggio per l’elezione del sindaco se la vedono Piero Fassino (centrosinistra) e Chiara Appendino (M5S),   ha invece  votato il 14,80. Quindi siamo più o meno in linea con la media nazionale dei ballottaggi.

Tra il primo e il secondo turno è fisiologico un calo dell’affluenza. Alle ore 12, il calo dei votanti rispetto al primo turno non appare però rilevante. Ne sapremo di più nelle successive rilevazioni del Viminale. Difficile dire al momento chi possa favorire. A Roma, ad esempio, un eventuale crollo dell’affluenza potrebbe favorire Giachetti (gli elettori del Pd tendono sempre a essere “mobilitabili”). Un calo lieve oppure un’alta affluenza. potrebberero invece favorire la Raggi. Staremo a vedere.