Armi a tutti negli Usa? Sempre di più gli americani contrari alla libera vendita

FacebookPrintCondividi

È ai massimi storici il consenso negli Stati Uniti per un maggiore controllo sulle armi. Secondo l’ultimo sondaggio della Quinnipiac University il 54% degli americani vuole misure più severe, tra cui controlli su chi acquista armi oltre che il divieto di vendita a coloro che sono nelle liste dell’anti-terrorismo. Nove americani su dieci vorrebbero controlli su tutti gli acquirenti e sei su dieci sostengono che i controlli aiuterebbero a ridurre la violenza. Ad una stretta sulle armi si oppone la maggior parte degli stessi proprietari, il 56%, mentre un 39% è a favore. In generale sono le donne la categoria che chiede misure più severe, 63% contro il 33%, mentre tra gli uomini, il 51% è a favore e il 45% contro. Nonostante l’ultima strage lo scorso 12 giugno ad Orlando, in Florida, durante la quale sono state uccise 49 persone, diverse proposte di legge per il controllo delle armi sono state bocciate al Senato. A nulla è servito anche un lungo sit in di protesta da parte di alcuni deputati democratici.