Virginia Raggi diserta il dibattito TV: ha paura di perdere il suo vantaggio

In testa nei sondaggi per Roma, Virginia Raggi ha deciso però di disertare il confronto di domani con gli altri candidati. Scatenata la pattuglia dei renziani capitolini guidata da Luciano Nobili: «Ancora una volta #Virginiascappa», ha twittato il coordinatore della campagna elettorale per Roberto Giachetti in riferimento al confronto in programma per giovedì nella sede dell’Acer, l’associazione dei costruttori di Roma, trasmesso in diretta da Sky. A stretto giro, però, un comunicato dello staff precisa che la candidata del Movimento Cinquestelle «parteciperà al duello in onda su Sky» con gli sfidanti al Campidoglio «nella settimana immediatamente precedente le elezioni», si legge su “Libero“.

Virginia Raggi diserta il primo dibattito in onda su Sky

Mentre Giachetti, Giorgia Meloni, Alfio Marchini e, se dovesse rientrare in corsa, anche Stefano Fassina, sono disponibili a dirsele di santa ragione già adesso, la pentastellata Raggi si concederà soltanto a ridosso del voto, cioè a fine maggio inizio giugno. Idem per il candidato grillino di Milano. Il comunicato M5S, infatti, arriva direttamente dall’ufficio dei comunicatori nazionali: sia Virginia Raggi in lizza per Roma, che Gianluca Corrado sfidante di Beppe Sala e Stefano Parisi, parteciperanno ai confronti tv trasmessi da Sky poco prima del voto in prima serata. «Hanno già accettato l’invito», puntualizza lo staff grillino. Dunque Sky sì, Acer no? È un fatto di competenze e di preparazione o divisibilità di fronte alle telecamere della tv nazionale? La Raggi rispedisce al mittente le accuse di sottrarsi al duello e accusa gli awersari di «non pensare altro se non ai talk-show. Sono ossessionati», li liquida.

Nella Capitale la campagna elettorale si stia accendendo sempre di più

Il M5S, ad esempio, ha dovuto cancellare l’aperitivo di autofinanziamento già organizzato in un pub del centro «a causa di ombre sul locale» e, insomma, per i paladini della legalità non era certo un bei segnale. AU’attacco della grillina anche il candidato del centrodestra Alfio Marchini: «È indegno che sfugga ad ogni tipo di confronto», ha detto, «pensate cosa succederebbe se fossimo in America e una candidata sfuggisse così ai confronti. È una mancanza di rispetto verso i cittadini». Durissimo: «Andare in tv a redtare una parte che ti scrivono a Milano non è una roba seria. I romani non vogliono una présentatrice televisiva ma un sindaco».