“Spaccate” nei negozi del centro: presa gang sudamericana (VIDEO)

FacebookPrintCondividi

Una gang sudamericana abituata a razzie seriali è stata sgominata dalla Polizia di Stato a Milano. Sei cittadini cileni sono stati individuati e bloccati con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata a furti e “spaccate” in esercizi commerciali. Il gruppo, secondo le indagini, quando veniva scoperto abbandonava il Paese in cui si trovava e si recava a operare in un altro. Sono cinque i colpi contestati alla banda, per un bottino totale che supera i 100mila euro. I cileni avevano una struttura ben definita e tutti erano in grado di ricoprire il ruolo dell’altro in modo da poter subito sostituire il complice arrestato. Non si conosce il momento del loro arrivo a Milano, hanno vissuto completamente nell’ombra evitando di lasciare anche la minima traccia. Tutto il materiale per la logistica (auto, strumenti per i colpi, cellulari, vestiti) è stato rubato proprio in quest’ottica.

La gang sudamericana ha compiuto razzie in mezza Europa

Nel corso della perquisizione nel loro appartamento-deposito in via Pomposa è stata trovata una parte della refurtiva (c’erano occhiali del valore di 750 euro al paio), martelli, fiamme ossidriche e una lunga striscia chiodata che serviva in caso di inseguimento da parte della polizia. Delle sette ordinanze emesse dalla procura di Milano ne sono state eseguite sei. Hanno dai 19 (il ricercato) ai 55 anni. Tra i colpi più importanti commessi a Milano c’è la spaccata allo showroom di Hugo Boss in via Moribondo del 1 aprile scorso: in meno di due minuti sfondarono la vetrina e portarono via molti abiti griffati.