Salvini: «Lo riconosco, Berlusconi ha fatto tanto ma ora deve scegliere»

FacebookPrintCondividi

«Berlusconi? Riconosco che ha fatto molto, ma io sono pronto». Lo ha ribadito Matteo Salvini a Radio Padania. «Berlusconi dovrà scegliere nelle prossime settimane che tipo di futuro vuole per sé e Forza Italia, se lo vuole come in Veneto, dove governiamo insieme, o come a Roma, dove va con Fini e Casini. Abbiamo contro tutti – ha detto parlando dell’ambizione di guidare il centrodestra – la stampa, le multinazionali, la magistratura, la scuola. Ci vuole coraggio ad andar soli contro tutti i poteri forti».

Salvini: l’Italia deve recuperare la sua sovranità

Se fosse lui a capo del governo, per prima cosa Matteo Salvini vorrebbe «recuperare sovranità all’Italia» dall’Unione europea, soprattutto per «controllare i confini». Ma anche «ridare all’Italia un assetto federale è un obiettivo importante», anche se oggi subordinato al primo. Ma non solo. Domenica a Lodi la Lega  manifesterà per «chiedere lo scioglimento» del Comune, dopo l’arresto del sindaco Pd Simone Uggetti. Parlando del partito del premier Renzi, Salvini ha sostenuto che «qualche mela marcia c’è in tutte le case, basta rottamarla, ma se iniziano essere 110 allora è un un problema, anche perché in certe zone ci sono dei sistemi di potere, basti pensare alla Toscana o all’Emilia». Il segretario leghista ha anche ironizzato sulla condanna inflitta a Renato Soru: «Ma sono compagni che sbagliano…»