Salvini contro Berlusconi: “Dopo le elezioni scelga, o me o la Merkel”

FacebookPrintCondividi

«Non ho in programma incontri con Silvio Berlusconi. Conto di vederlo a Milano, quando chiuderemo la campagna elettorale, perché spero ci sarà un’iniziativa unitaria…». Matteo Salvini continua il suo tour. Ieri s’è sparato comizi  in provincia di Milano, poi a Varese e Como. Oggi sarà in Veneto. Onorevole, come va col Cavaliere? «Non lo vedo da prima di Pasqua». Ah. «Guardi che siamo in coalizione in molte città: Varese, Savona, Trieste, Bologna… Certo, sono perplesso per alcune sue dichiarazioni sull’Europa», spiega a “Libero“.

“Se stai con la Merkel, non puoi pensare di andare al governo con la Lega”

Berlusconi ha detto d’essere preoccupato dall’eventuale uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. E ha attaccato la sua amica Marine Le Pen. «Se stai con la Merkel, non puoi pensare di andare al governo con la Lega. Non ho capito perché insiste ad attaccare i populisti e la Le Pen… Ne dovremo parlare dopo le elezioni». Resa dei conti? «Dal 20 giugno, archiviate le elezioni amministrative, lavoreremo pancia a terra per dire no al referendum di Renzi. In più, lanceremo nuove proposte di governo. Berlusconi dovrà scegliere da che parte stare». Farà il congresso della Lega? «Le beghe sui congressi le lascio al Pd». Non ha più ricevuto messaggi nemmeno da Francesca Pascale, che le ha dato del troglodita? «No. Ma questo non mi interessa».

“Su islam, rom e immigrazione, i grillini sono di estrema sinistra”

I sondaggi danno la Lega ferma. Non cresce più. Preoccupato? «Be’, essere stabili è motivo di orgoglio visto che c’è in atto una vergognosa campagna mediatica a favore di Renzi». Anche i grillini sono contro Renzi. Ma loro nei sondaggi crescono. Oltre che Roma e Tormo, avanzano perfino a Napoli. «Ribadisco che il mio avversario è Renzi e non il M5S, visto che è il Pd che sta massacrando il Paese». Però? «Però aggiungo che condivido la posizione del Movimento 5 Stelle sull’onestà in politica». Lei ha già detto che, tra Pd e M5S, sceglierebbe i grillini. Che fa Salvini, sta provando a costruire una nuova alleanza? «Su islam, rom e immigrazione in genere, i grillini sono di estrema sinistra! Inoltre, mi pare abbiano problemi a Parma e Livorno, per non dimenticare Quarto o Civitavecchia. Significa che a protestare sono capaci tutti, ma quando si governa bisogna dimostrare di essere all’altezza».