Salvini contestato a Roma: «Le zecche rosse non mi fermeranno» (VIDEO)

FacebookPrintCondividi

«A Roma, quartiere Montagnola, i soliti violenti dei centri a-sociali bloccano il mercato e lanciano oggetti per impedirmi di incontrare i cittadini. Non mi fate paura, mi fate pena!». Matteo Salvini posta un video sulla sua pagina Facebook per commentare la contestazione dei centri sociali nel corso della sua visita al mercato rionale di Montagnola a Roma. «Si tratta di una trentina di balordi che non mi fanno paura. Campi rom e e centri sociali per me hanno la stessa valenza culturale: ovvero zero. Ne riparliamo quando saremo al governo. Nei pochi minuti concessi dalle zecche rosse ho incontrato alcune mamme e signore esodate», aggiunge in conferenza alla Stampa Estera durante la presentazione del suo libro “Secondo Matteo”. «La contestazione – ha concluso – mi ha insegnato che dalla prossima settimana farò un evento a Roma a settimana ma non lo annuncerò prima così evitiamo le zecche sociali. Se uno non è d’accordo mi piace confrontarmi, quando si trasforma in lancio d’arance quella non è contestazione». “Roma mai con Salvini”, “Gli stranieri siete voi. Fuori chi odia Roma”, “Accoglienza diritti dignità”, “Fuori i razzisti da questa città”: sono alcuni degli striscioni che hanno accolto il leader della Lega Nord all’ingresso del mercato rionale di Montagnola, quartiere a ridosso dell’Eur nella zona sud della Capitale. I manifestanti urlavano cori (“Mai con Salvini”, “Vattene”, “Fuori Salvini dalla Montagnola”) contro il leader del Carroccio che, scortato dalle forze dell’ordine, ha lasciato il mercato polemizzando a distanza con i contestatori: «Questa non è democrazia. Alle idee si risponde con le idee».