Renzi fa lo show anche a bordo della Nuova Giulia. In compagnia di Marchionne

FacebookPrintCondividi

L’amministratore delegato Fca Sergio Marchionne è arrivato a Palazzo Chigi insieme al presidente John Elkann a bordo della Nuova Giulia, prodotto finalmente tutto Made in Italy, color rosso tristrato, che ha presentato nel cortile della Presidenza del Consiglio a un Matteo Renzi felicissimo di sedere all’interno della Giulia. «In città – ha detto Marchionne parlando della prestazione dell’auto – si guida malissimo perché la Giulia vorrebbe fare di più ma ora la portiamo in autostrada e vediamo». Il piano produttivo per la Nuova Giulia «sta avendo riscontri anche sotto il profilo occupazionale: relativamente allo sviluppo e alla produzione delle nuove Alfa Romeo, oltre alle circa 700 nuove assunzioni già effettuate, si verificherà infatti una importante riduzione della cassa integrazione nei vari poli produttivi», ha indicato l’azienda in una nota a margine della presentazione della nuova auto aa Palazzo Chigi. Per la produzione della Nuova Giulia si è scelto lo stabilimento Fca di Cassino che «è stato completamente rinnovato per l’arrivo» di questo modello. Mentre per la nuova generazione di propulsori sono impegnati gli stabilimenti di Termoli (Campobasso) e Pratola Serra (Avellino). La Nuova Giulia è solo il primo modello del piano di rilancio del brand Alfa Romeo. Il secondo modello sarà il primo suv Alfa, lo Stelvio: la produzione dovrebbe partire entro fine anno, non si sa ancora dove ma probabilmente a Cassino. Il piano prevede altri cinque modelli, che dovrebbero portare la produzione del Biscione a 400.000 unità nel 2020.