Rapina nella villa di un amico, minacce alla madre: quattro giovani arrestati

FacebookPrintCondividi

Quattro giovani romani, incensurati, sono finiti agli arresti domiciliari per una rapina commessa ad aprile a Sacrofano, vicino Roma, nella villa di un collega di università. I carabinieri della stazione di Sacrofano, coadiuvati da quelli della compagnia Roma Cassia, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei quattro ragazzi, di età compresa tra i 19 e 21 anni. Tra loro c’è anche una donna.

Le fasi della rapina

A quanto ricostruito, a bordo di una microcar guidata dalla ragazza, sono arrivati nei pressi della villa dove abita un loro amico di università. In due sono entrati in casa forzando la serratura del cancello d’ingresso mentre i complici sono rimasti in auto facendo da “vedette”. Poco dopo, però, la proprietaria si è accorta di rumori nella sala hobby al seminterrato, e li ha sorpresi mentre stavano rubando duemila euro nascosti in un mobile. La donna ha anche riconosciuto uno dei rapinatori, amico del figlio. Quando i due ragazzi sono scappati, la donna li ha inseguiti in auto e li ha raggiunti sbarrandogli la strada, ma uno dei giovani è sceso dalla microcar e le ha puntato una pistola. Sono scattate subito le indagini dei carabinieri della Stazione di Sacrofano che sono risaliti ai responsabili della rapina. Durante le perquisizioni domiciliari, sono stati sequestrati alcuni grammi di marijuana e una pistola ad aria compressa, usata presumibilmente nelle fasi successive al “colpo” in villa.