Parma, nuova tegola sul M5S: indagato Pizzarotti per abuso d’ufficio

FacebookPrintCondividi

Tegola per il M5S. C’è anche il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e l’assessora alla Cultura Laura Ferraris tra gli indagati per abuso d’ufficio per la nomina di Anna Maria Meo a direttore generale del Teatro Regio e di Barbara Minghetti consulente per sviluppo e progetti speciali. Ne ha dati notizia la Gazzetta di Parma, secondo cui anche altri tre membri del cda della Fondazione Teatro Regio all’epoca delle nomine – Giuseppe Albenzio, Silvio Grimaldeschi e Marco Alberto Valenti – sono indagati per il medesimo reato. Il fascicolo fu aperto in autunno dalla Procura, dopo gli esposti del senatore Pd Giorgio Pagliari. Si mira ad accertare se ci siano state irregolarità nell’iter di nomina arrivata dopo un bando che aveva coinvolto sette candidati, concluso senza esito. Le parole del sindaco pentastellato Pizzarotti sono scontate «Sono tranquillo perché è un atto dovuto, che rispetto pienamente – spiega il sindaco M5s-. Era già emerso che ci fossero indagini in corso in ragione degli esposti del senatore Pd Pagliari. Sarà utile per chiarire la vicenda, con la Procura consueto atteggiamento collaborativo. Il mio impegno continua senza esitazione».