Nicola Porro “epurato” dalla Rai: «Renzi mi scrisse, non stare sereno…»

FacebookPrintCondividi

«Campo Dall’Orto? Ho chiamato la sua segretaria per un appuntamento due mesi fa e ancora sto aspettando». Lo ha detto Nicola Porro, conduttore di Virus, a La Zanzara su Radio 24, fresco di “epurazione” renziana da viale Mazzini. «Il direttore di rete – dice ancora Porro – mi ha detto che chiudono Virus perché vogliono sperimentare nuovi linguaggi. Forse metteranno dei telefilm americani…». Pagherai il canone, chiedono i conduttori? «Il canone è in bolletta e lo devo pagare per forza. E poi coi soldi che mi hanno dato, non tanti, ma me li hanno dati. I soldi sono benedetti anche se pochi, la metà di quanto prendevo a La7, meno della metà. Il programma – dice ancora Porro – andava bene. Ha sempre guadagnato rispetto all’anno precedente, siamo arrivati a un milione e centomila persone, e costava 45mila euro a puntata, metà degli altri se non un terzo».

Renzi ha avuto un ruolo nella tua cacciata? «Non ne ho la più pallida idea. Tempo fa lo volevo ospite e lui mi ha scritto un messaggio sms: “non stare sereno”. Il contrario di quanto aveva scritto a Letta. Non ci si può fidare. Lo ha deciso Campo Dall’Orto, che è stato nominato da Renzi non da Babbo Natale, dunque chiedetelo a Renzi se mette bocca nei palinsesti Rai». Fosse accaduto con Berlusconi – dice Porro – sarei stato un eroe, parlerebbero di editto contro Porro, invece sto morendo nell’indifferenza completa, sono uno sfigato». E Ballarò? «Di Ballarò faranno una cosa che si occuperà di cibo vegano e della regina Elisabetta, una specie di magazine carino ed elegante».