La morte del giovane Luigi Guardiera scuote il Front National. Chi lo ha ucciso?

FacebookPrintCondividi

Ha suscitato rabbia e dolore nel Front National di Marine Le Pen la notizia della morte, nei giorni scorsi, di Luigi Guardiera, 23 anni, militante della destra francese, deceduto in seguito ad un’aggressione nel parcheggio di una discoteca a Tarbes. Il giovane è stato ritrovato in condizione critiche e trasportato in ospedale dove non si è mai ripreso dalla condizione di “morte cerebrale”. Sul sito ufficiale del Front National è stato Nicolas Bay, segretario nazionale del Fn,  a dare l’annuncio, esprimendo le condoglianze del partito alla famiglia.

“Luigi Guardiera aveva 23 anni – si legge sul sito – amava la vita, lo sport, aveva in mente l’idea di entrare nell’esercito per mettere le sue energie al servizio della Francia. Luigi aveva già dimostrato il suo patriottismo l’anno scorso quando entrò nel Front National come candidato supplente per le elezioni dipartimentali. Luigi non potrà più essere candidato e mai lo sarà, non sarà neanche soldato. I delinquenti che lo hanno aggredito nel parcheggio di una discoteca a Tarbes così hanno deciso. Luigi ora fa parte della lista di giovani francesi vittime dell’inferocimento della nostra nazione. Anche in suo nome continueremo la nostra battaglia”. Nella foto che accompagna la notizia – fornita al sito del Fn dal padre – il ragazzo è ritratto con il suo cane.

Sul suo account twitter anche Marine Le Pen ha reso omaggio al giovane assassinato: “Le mie condoglianze alla famiglia e ai parenti tutti di Luigi, giovane militante patriota, vittima della marmaglia. Che giustizia sia fatta!”. Il Fn confida in indagini rapide e accurate per stanare gli autori del brutale pestaggio e, con grande senso di responsabilità, sta evitando di soffiare sul fuoco in attesa che si conoscano gli autori e i motivi della feroce aggressione per arginare il verificarsi di altri episodi violenti. Resta da annotare il silenzio dei media francesi e italiani sulla tragica morte del giovane militante lepenista. Domani alle 20 a Nizza, i giovani del movimento di Le Pen, hanno convocato un presidio per ricordare Luigi Guardiera.