Meloni: “Riammettere liste escluse”. E Giachetti “gufa” sul ricorso di Fassina

“Continuo a chiedere al governo Renzi di consentire alle liste escluse per errori materiali di avere la possibilità di integrare la documentazione ed essere riammesse”. Lo ha detto il candidato sindaco di Roma Giorgia Meloni aggiungendo di essere “distante anni luce da Fassina ma penso che le persone debbano avere il diritto di votare il partito che le rappresenta. Non penso sia giusto escluderlo”. Meloni ha anche proposto di affidare in gestione le diverse aree di villa Pamphilj ad associazioni e cittadini che vogliono occuparsene. Meloni ha effettuato un sopralluogo nell’area verde più grande di Roma, “una delle più belle d’Europa che oggi versa nel totale degrado. Dalle baraccopoli passando per la prostituzione, lo spaccio di droga”.

Sempre in tema di liste escluse e di ricorsi, c’è da registrare una dichiarazione di Giachetti a proposito del ricorso in Consiglio di Stato presentato da Fassina. “Fassina? C’è il ricorso, aspettiamo l’esito”. Così il candidato a sindaco di Roma Roberto Giachetti interpellato a margine di un evento nel IX municipio. Detta così, ha il chiaro sapore della “gufata”. Perché è evidente che Giachetti ha tutto da guadagnare dall’esclusione delle liste di Fassina. Se fossimo nel candidato della Sinistra, in questi giorni ci muniremmo di amuleti vari… Giachetti si trastulla anche su Fb: “No, non sono sciupato. Sono un po’ sudato perché ho corso”, dice durante la diretta  della corsa Race for The Cure. Rispondendo agli utenti del social network Giachetti risponde scherzando: “No, non ho inseguito Fassina, anche perché lui corre più veloce di me”. Dove però sia la spiritosaggine solo lui losa.