Meloni: «L’Atac diventi efficiente altrimenti nel 2020 andrà a gara»

«Atac ha il grande scoglio del 2020 e cioè la scadenza del contratto di servizio. Se Atac è più conveniente del bando si riaffida direttamente, sennò il servizio va a gara». Lo ha detto il candidato sindaco di Roma Giorgia Meloni ai microfoni di Radio Radio aggiungendo che se diventasse sindaco incontrerebbe «i vertici delle municipalizzate per verificare il lavoro fatto fin qui e confrontarsi sugli obiettivi: non ho pregiudizi nè intendo per forza rimuovere nessuno. Valuto nel merito la questione».

Meloni: se il Pd non arriva al ballottaggio Renzi tiri le somme

La Meloni ha poi parlato delle elezioni amministrative e ha puntato il dito contro il premier: «Renzi può spostare quanto vuole l’attenzione sul referendum ma se a Roma non arriva al ballottaggio qualche somma la deve tirare».

Salvini: a Roma vanno a ballottaggio Raggi-Meloni

Sull’appuntamento delle urne a giugno ha fatto sentire la sua voce Matteo Salvini: a Roma «andranno al ballottaggio Raggi e Meloni con la Raggi che parte in vantaggio. Marchini può fare anche il fenomeno ma con il sostegno di Fini e Alemanno non va da nessuna parte, i romani hanno già dato». A Milano Salvini si è detto pronto a scommettere «non dieci euro ma un euro sì su Stefano Parisi. Sala doveva stravincere, con arroganza, poi si è accorto di cosa vuole dire gestire Milano e i suoi problemi e ora non ha voglia di fare il sindaco». Salvini poi però si è detto in disaccordo con Parisi sulla costruzione di una nuova moschea a Milano: «Su questo tema sono contro di lui e decideranno gli elettori in base a quanti voti avrà la Lega».