Londra, accoltella 4 donne nel parcheggio davanti a una scuola elementare

FacebookPrintCondividi

Ha accoltellato quattro donne nel parcheggio del supermarket Sainsbury’s nella zona di Hampton, nell’ovest di Londra, in Tangley Park Rd davanti al civico 30. Secondo la Bbc una di loro sarebbe in gravi condizioni ed è stato soccorsa da un servizio di eliambulanza mentre le altre tre sono state trasportate in un ospedale nel sud della capitale. Ma la vicenda avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi perché proprio sul luogo teatro dell’aggressione c’è una scuola elementare che si affaccia sul parcheggio. «Se fosse accaduto dieci o 20 minuti prima ci sarebbero stati i bambini perché c’è una scuola elementare proprio qui accanto», ha detto una residente. Il parcheggio del supermercato, infatti è delimitato lungo uno dei lati più lunghi dalla recinzione in ferro del parco scolastico dove normalmente i bambini giocano e fanno ricreazione mentre l’uscita della scuola è proprio di fronte.
Secondo la Met Police che ha arrestato l’uomo, un sessantenne, le aggressioni non sono da collegare al terrorismo. Secondo alcune testimonianze l’uomo ha preso volutamente di mira le donne che si trovavano nel parcheggio del supermercato. «Era fuori di sé, forse pazzo o sotto l’effetto di droghe – ha detto una cameriera di un pub vicino – e non sembrava che conoscesse le sue vittime».
Le forze dell’ordine sarebbero state allertate attorno alle 10 e 30 del mattino proprio da una delle vittime, una residente del luogo, che ha fatto irruzione nella stazione di polizia lanciando l’allarme. «La donna, che è stata gravemente pugnalata alla schiena, è riuscita ad arrivare alla stazione di polizia e a lanciare l’allarme», ha spiegato una testimone.
Una delle vittime è stata trasportata in elicottero in un importante centro traumatologico da un elicottero mentre altre tre sono state portate in un ospedale a sud di Londra con codice prioritario.
Gli operatorio del London Ambulance Service hanno dovuto trattare sul posto ferite di coltello al torace, alle gambe e alla schiena di tre delle quattro donne.
La vicenda avrebbe potuto avere conseguenze ben più serie perché nelle vicinanze del luogo teatro dell’aggressione c’è una scuola che si affaccia proprio sul parcheggio. «Se fosse accaduto dieci o 20 minuti prima ci sarebbero stati i bambini perché c’è una scuola elementare proprio qui accanto», ha detto una residente.
Racconta Ben Brady , un imprenditore che si trovava lì vicino: «Ero nel negozio e ho sentito un sacco di confusione all’esterno del nostro ufficio. Sono uscito e ho visto un passante aiutare una signora che era stata pugnalata».
«La donna era distesa sul pavimento e sembrava che stesse cercando di riprendere fiato ma non ci riusciva. Poi ho continuato a sentire gente che gridava che c’era qualcuno nel parcheggio con un coltello, così mi sono avvicinato là per vedere se potessi dare una mano o se potessi impedirgli di attaccare chiunque altro. Ed è stato a quel punto che ho visto altre due donne nascoste dietro le loro auto. Entrambi erano ferite a coltellate e gridavano indicando in una direzione “lui è lì, lui è lì!… Dopo aver accoltellato le donne, l’uomo camminava lungo la strada agitando il coltello».