L’agguato al gazebo di CasaPound: così ci hanno colpito alle spalle (video)

FacebookPrintCondividi

 

Nel video parla uno dei militanti di CasaPound feriti nell’agguato di sabato mattina al quartiere Prenestino di Roma. “Avevamo un tavolo, eravamo tre uomini e una ragazza, più un ragazzo disabile che ci dà una mano e che noi coinvolgiamo per non farlo sentire diverso dagli altri, ci sono piombati alle spalle in 15, con bastoni, catene, caschi. Io ho riportato due tagli in testa e un trauma cranico, il disabile è stato picchiato a sangue e si trova in codice rosso al Vannini, dovrà essere operato per una mandibola fratturata”. Il militante spiega poi che la polizia ha fermato una persona e gli antagonisti sono tornati indietro in massa picchiando i poliziotti per liberare il “compagno” che era stato bloccato, ferendo uno degli agenti alla bocca.