Hillary “ingaggia” Bill per rivitalizzare l’economia. «Mio marito è il migliore»

FacebookPrintCondividi

Alla faccia della sincerità, Hillary Clinton sfida il più elementare senso di opportunità politica e candida il marito Bill al ruolo di salvatore dell’economia statunitense, promettendogli un incarico pesante in caso di vittoria. Tutto in famiglia, insomma, a perpetuare la potente dinastia americana dei Clinton. Del resto a sua volta Hillary può contare sulla protezione dell’ex presidente Usa, al quale ha perdonato tutto, o del quale è sempre stata «complice», come ha accusato l’avversario Donald Trump riportando a galla lo scandalo del sexygate del 1995.

Hillary Clinton punta sul marito

Alla vigilia delle primarie in Kentucky, l’ex first lady candidata alla Casa Bianca, davanti ai suoi fan, ha promesso che suo marito Bill sarà «incaricato di rivitalizzare l’economia», se sarà eletta. Una scelta “obbligata”, sembrerebbe, «perché lui sa come farlo, specialmente in posti come quelli minerari o poveri o in altre parti del Paese che sono state escluse dalla crescita», ha spiegato, alludendo ai successi economici della presidenza del marito. L’ex potente segretario di Stato americano continua a scommettere su Bill, nonostante gli analisti la giudichiamo una mossa avventata, non è detto che la benedizione del coniuge, suo principale sponsor, sia un valore aggiunto alla sua credibilità di fronte all’opinione pubblica americana.