Nuovi guai per il governo Renzi: i casi Merlo e Carrai finiranno in tribunale?

FacebookPrintCondividi

«Gli abusi del governo Renzi e dei suoi fattorini devono finire. Mi auguro sia vera la decisione di non procedere più all’assunzione di Francesco Merlo in Rai come vice direttore, trattandosi di un pensionato. Questa eventuale assunzione andrebbe infatti contro le norme che lo stesso governo Renzi ha rafforzato». Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri (FI). «Norme – spiega – che si possono discutere, ma che finché esistono vanno rispettate. Si tratterebbe poi dell’ennesima assunzione esterna in Rai dove lo spreco sta dilagando. Ma su questo interverremo con una puntuale requisitoria in Vigilanza contro l’attuale gestione aziendale».

Gasparri annuncia due dossier contro il governo Renzi

«Leggiamo anche – prosegue il vicepresidente del Senato – che Marco Carrai potrebbe rinunciare all’incarico per la cyber security. Farebbe bene. Abbiamo già pronto un dossier da inoltrare alla Corte dei Conti e all’autorità giudiziaria per segnalare i numerosi conflitti di interesse e il discutibile profilo di un personaggio che non può sovrapporre funzioni di governo nel campo della sicurezza alle sue attività”. “Per non dimenticare – conclude Gasparri – i precedenti intrecci tra il Presidente del consiglio e Carrai che pagava la casa dove Renzi aveva messo la sua residenza. Se governo e Rai eviteranno il caso Carrai e il caso Merlo si risparmieranno anche un contenzioso giudiziario al quale siamo prontissimi».