Florida, nasce una città solo a energia solare: le prime case nel 2017

Il progetto brilla già di luce propria: a energia solare, naturalmente. La stampa d’oltreoceano diffonde in queste ore, con malcelato orgoglio, la notizia della imminente nascita nella soleggiata e calda Florida della prima città alimentata in tutto e per tutto con l’energia solare. Una vera e propria “oasi green” che potrà ospitare 50.000 abitanti in oltre 19.000 appartamenti, che dovranno essere alimentati da 75 megawatt di energia. Un paradiso ecologico in cui i mezzi in ciroclazione saranno rigorosamente elettrici, o al massimo ibridi, e dove ottimizzazione delle risorse naturali e riciclo equo e solidale saranno le parole d’ordine degli avanguardistici cittadini.

Florida, nasce una città solo a energia solare

A raccontare nel dettaglio il progetto è il sito In a Bottle (www.inabottle.it), notoriamente attento ai temi ambientali. L’idea è stata realizzata da Syd Kitson, lungimirante proprietario di un’agenzia immobiliare che dieci anni fa ha acquistato i terreni sui quali oggi si progetta questa innovativa smart city. Già battezzata Babcock Ranch, nella cittadina del futuro a energia solare il prezzo degli appartamenti «oscillerà tra i 200.000 e gli 800.000 dollari – riporta appunto In a Bottle – e il primo lotto di consegna, circa 1.100 appartamenti, è previsto per il 2017». Oltre agli appartamenti è prevista poi, naturalmente, la costruzione di una scuola, di uffici e negozi, tutti alimentati esclusivamente con pannelli fotovoltaici.

Case “green” e mezzi elettrici o ibridi

«Inoltre – spiega sempre il sito ambientalista – si spingerà per la circolazione di mezzi elettrici o ibridi, mentre l’illuminazione stradale verrà gestita attraverso una rete di pannelli solari a batteria, collegati a ogni punto luce, che accumuleranno durante il giorno l’energia necessaria da diffondere poi nelle ore notturne». Infine, i consumi saranno ottimizzati da una rete tra le abitazioni, «in modo da poter ridistribuire l’energia in più prodotta dai pannelli solari delle case, una volta soddisfatto il fabbisogno dei suoi abitanti». Equo e solidale, oltre che rigorosamente ecologically sustainable e, ovviamente, correct