Firenze, un’auto falcia i passanti sul marciapiede: un morto e due feriti

Un terribile incidente dalle dinamiche ancora oscure sveglia Firenze nel sangue: un’auto ha falciato alcuni pedoni uccidendone uno sul colpo. È accaduto sui viali di circonvallazione di Firenze, dove una Dacia Duster è finita sul marciapiede tra viale Matteotti e via La Marmora, travolgendo almeno tre persone, una delle quali è morta. Non è ancora chiara la dinamica: secondo una prima ipotesi il veicolo potrebbe essere stato coinvolto in uno scontro con altre vetture. Il conducente è ora ricoverato in ospedale in stato di choc. Sul posto polizia di stato, polizia municipale, vigili del fuoco e numerose ambulanze.

La vittima dell’incidente è la madre di uno dei feriti

Via via che passa il tempo emergono i dettagli dell’incredibile incidente che questa mattina ha falciato la vita di tre persone, una delle quali uccisa sul colpo dall’urto mortale le cui cause sono al momento in via di definizione. La vittima rimasta uccisa in seguito all’invasione dell’auto sul marciapiede tra viale Matteotti e via La Marmora a Firenze è una donna di 78 anni, mentre una delle persone rimaste ferite, quella più grave, è la figlia di 53 anni. Colpito in maniera meno importante il terzo pedone, travolto a sua volta dal veicolo che, dopo aver falciato i passanti, ha finito la sua corsa contro un muro. E non è tutto: l’auto, prima di fermare la sua folle corsa, è arrivata ad abbattere anche un semaforo.

Forse fatale l’abbattimento di un semaforo

E allora, in base a quanto trapelato fin qui, potrebbe essere stata uccisa proprio dal semaforo divelto dall’impatto con l’auto che ha finito la sua corsa sul marciapiede, la donna morta poche ore fa in seguto al tragico incidente stradale avvenuto sui viali di circonvallazione a Firenze. A quanto sembra, infatti, il palo del semaforo si sarebbe schiantato sulla vittima e sulla figlia, rimasta ferita. La ricostruzione dell’accaduto è comunque al vaglio della polizia municipale. La vettura, come detto una Dacia Duster, avrebbe invaso il marciapiede in prossimità di un attraversamento pedonale dopo la collisione con un’altra auto. I due conducenti si sono sottoposti volontariamente ai pretest per verificare l’eventuale assunzione di sostanze alcoliche, ma l’esito è stato negativo. Occorreràancora tempo, allora, per capire e individuare con chiarezza la dinamica di uno schianto tragico e davvero inusuale costato la vita a una donna semplicemente a passeggio per la città, in un sabato mattina che avrebbe dovuto essere come tanti altri…