Cinque milioni di spettatori per la fiction antimafia sulla vita di Boris Giuliano

Rai Uno fa il pieno di ascolti con la fiction “antimafia” dedicata al poliziotto Boris Giuliano, ruolo interpretato da Adriano Giannini. Stasera la seconda ed ultima puntata della miniserie. La prima puntata di Boris Giuliano – un poliziotto a Palermo ha vinto la serata di lunedì con 5.103.000 spettatori in media, pari al 20.17% di share.

Per ricordare uno dei principali protagonisti della lotta alla mafia in Sicilia la fiction punta sulla tradizionale  rappresentazione dell’eroe italiano. Boris Giuliano è l’uomo coraggioso e dotato di intuito, disinteressato, non incline a compromessi, ma anche marito e padre esemplare di tre bambini. Molto spazio viene dato dalla sceneggiatura alla vita privata del capo della squadra mobile di Palermo ucciso da Cosa Nostra nel 1979. Il film tv – diretto da Ricky Tognazzi – dà spazio anche alla personalità del giornalista Mauro De Mauro e alle sue indagini sulla misteriosa morte di Enrico Mattei. Sulla sua scomparsa fu proprio Boris Giuliano ad indagare assieme ai carabinieri. Nella fiction si lascia spazio all’ipotesi di un’intromissione dei Servizi nella drammatica sorte del giornalista, che era un ex combattente della Decima Mas. Boris Giuliano fu ucciso la mattina del 21 luglio 1979, mentre stava pagando il caffè appena bevuto al bar “Lux”, in via Di Blasi a Palermo. Gli furono sparati sette colpi di pistola alle spalle da un uomo che solo anni dopo fu identificato come Leoluca Bagarella. Bagarella fu condannato nel 1995 come esecutore dell’omicidio, gli altri boss dei corleonesi furono condannati come mandanti.