Elezioni in Austria, Hofer perde per 30mila voti. L’«abbraccio» di Salvini

FacebookPrintCondividi

Il candidato della destra Norbert Hofer ha ammesso la sconfitta alle elezioni presidenziali in Austria mentre si attende la conferma ufficiale della vittoria del verde Van der Bellen. Lo riferisce l’agenzia di stampa austriaca Apa. Sulla sua pagina Facebook, Norbert Hofer si dice «rammaricato» di non essere stato eletto presidente: «Mi sarebbe piaciuto prendermi cura di questo bel Paese. Vi resterò comunque fedele», scrive. Alexander Van der Bellen ha superato  Hofer di 31.026 voti. Il verde è stato eletto con 2.254.484 voti (50,35%), mentre il suo rivale ha ricevuto 2.223.458 voti (49,65%). Le presidenziali in Austria hanno registrato un’affluenza record del 72,7%. Nel 2010, per l’elezioni del presidente uscente Heinz Fischer, solo il 53,6% degli aventi diritto si recò alle urne.

Gli esponenti del centrosinistra italiano, a aprtire dal ministro Gentiloni,  hanno naturalmente salutato con favore l’esito delle elezioni in Austria. A rompere il coro del conformismod ella politica italiana è Matteo Salvini. «Un abbraccio agli amici del Partito della Libertà austriaco, alleato storico della Lega, sconfitto per una manciata di voti (arrivati per posta…) da un’ammucchiata di socialisti, democristiani, verdi e compagni. Germania, Austria, Francia, Polonia, Ungheria, Finlandia, Gran Bretagna e Italia: in Europa soffia aria di libertà, la gente vuole più lavoro e meno immigrazione, più diritti e meno euro-burocrati». Il partito della Libertà in Austria  – dice amcora Salvini –  si è «fermato a un pelo dalla vittoria» ma si tratta di una vittoria che, secondo Matteo Salvini, «arriverà». Salvini attacca anche la stampa italiana, colpevole a suo giudizio di aver seguito in modo tendenzioso le elezioni in Austria.