Con De Magistris e con il Duce: il candidato (di destra…) costretto a ritirarsi

Dalla Destra al centrosinistra, da Benito Mussolini a Gigino De Magistris. Sergio Angrisano, esponente della lista Meridionalisti Napoli Capitale, formazione identitaria a sostegno del sindaco uscente, è stato costretto al ritiro dopo essere finito nel polverone per alcune foto del Duce esibite sulla propria pagina Facebook. Con una nota dello stesso movimento si annuncia il forfait di Sergio Angrisano, candidato 5 anni fa con La Destra di Storace, la cui vicenda politica è stata raccontata dal portale napolispia.it. Tra le foto postate, anche una che lo ritraeva con un grembiule da cucina su cui era stampata l’immagine di Benito Mussolini.  “Il candidato consigliere Angrisano, nel rammaricarsi dell’attenzione ricevuta capziosamente in merito a vecchie fotografie a carattere goliardico conservate sul suo profilo Facebook, ribadisce – aggiunge il comunicato – il suo impegno nel sostenere la lista “Meridionalisti-Napoli Capitale: de Magistris Sindaco” nel rispetto dei principi della democrazia partecipata e dei diritti democratici e civili delle persone. Pertanto, Angrisano, nell’interesse della lista, della coalizione e del candidato Sindaco, fa un passo indietro rinunciando di fatto alla sua candidatura”. E il sindaco? Subito s’è affrettato a prendere le distanze da Angrisani: «Non possiamo e non vogliamo avere alcuna candidatura che si è ispirata, si ispira o si ispirerà all’ideologia fascista. È un tassello che non si può oltrepassare. Abbiamo avuto – ha detto de Magistris – centinaia di candidature. Vogliamo che nelle nostre liste ci sia una rappresentazione plurale della città perché siamo davvero un movimento popolare senza recinti, ma – ha spiegato – quelli sono voti che non vogliamo. Noi siamo una città antifascista e l’amministrazione più antifascista che c’è».