Casamarciano, gogna mediatica contro i “graffitari” e chi sporca il paese

FacebookPrintCondividi

Gogna mediatica contro chi deturpa il paese. È la strategia a “tolleranza zero” scelta dal Comune di Casamarciano (Napoli), contro chi sversa i rifiuti illegalmente, imbratta i muri, ed in ogni caso manca di rispetto al decoro della cittadina. A far scattare l’ira del sindaco Andrea Manzi, l’ennesimo atto vandalico ai danni delle opere cittadine, imbrattate da un “graffitaro” che ha sporcato una delle zone recentemente interessate da restyling.

Gogna mediatica contro chi sporca Casamarciano

Il giovane è stato ripreso dalle telecamere, ed i filmati sono stati consegnati ai carabinieri a corredo di una querela presentata alla procura della repubblica di Nola. Non contento Manzi ha deciso di rendere pubbliche le foto del vandalo intento a sporcare con una bomboletta spray l’area del Belvedere e dell’ antica chiesa di San Clemente, anche per consentire, a chi abbia elementi utili a riconoscere il protagonista dell’atto vandalico, di dare informazioni utili. ”Non ci fermeremo – ha detto Manzi – finché non avremo individuato e fatto sanzionare quanti si divertono a lasciare tracce del loro passaggio nei luoghi della nostra storia. Non bastano le telecamere, non basta la vigilanza, evidentemente per debellare questi fenomeni serve il pugno duro e la gogna. Mostrare le gesta di questi teppisti che si credono invincibili perché anonimi: da oggi sanno che non sono invisibili”.