Caos a Parigi: donna in niqab bloccata sulla tangenziale. È un’integralista

Tanti uomini in divisa, improvviso stato d’emergenza. È lei la causa, una donna in niqab al volante. Tutta “coperta”, si vedono solo gli occhi. Ma si capisce subito che è una delle persone su cui pesa il sospetto di terrorismo. Per adesso si sa che è un’integralista, di quelle che predicano odio. Ed è subito allarme, anche se l’intervento delle forze dell’ordine viene effettuato in assoluto riserbo, con i cittadini sorpresi dalle sirene e dai blocchi.

La donna in niqab e l’inseguimento della polizia

In pochi infatti si rendono conto che l’enorme caos scatenato in piena mattinata dal blocco per ben 45 minuti in entrambi i sensi del peripherique, la tangenziale attorno a Parigi, è provocato da una delicata operazione di polizia. Secondo quanto riportato da Le Parisien, l’operazione è scattata già sulla A6, l’autostrada che arriva a Parigi da sud, dove la donna in niqab, il velo integrale che lascia scoperti solo gli occhi, viene avvistata dalla polizia ma rifiuta di fermarsi al posto di blocco. Il primo controllo fa scattare l’emergenza- Sola al volante, risulta dal numero di targa una persona segnalata come fortemente sospetta di radicalizzazione. Da novembre, nel quadro dello stato d’emergenza, gli erano stati imposti i domiciliari. Inseguita, la sospetta – 29 anni – viene fermata sul peripherique da un’operazione congiunta di polizia, agenti speciali e artificieri. Messa sotto inchiesta, la donna è in stato di fermo.