Il cane di Girone, Argo, resta in India. Arriverà solo la prossima settimana

Argo, il golden retriever che dalla scorsa estate si è trasformato nella ‘scorta’ ufficiale di Salvatore Girone, contrariamente a quanto stabilito inizialmente è rimasto a New Delhi e sarà imbarcato solo nei prossimi giorni verso l’Italia. A causa dell’improvviso cambiamento di programma nel rientro in patria dopo l’autorizzazione ricevuta dalla Corte Suprema indiana, Girone si è imbarcato ieri sera insieme all’ambasciatore d’Italia Lorenzo Angeloni su un volo di linea della compagnia Etihad Airways diretto ad Abu Dhabi. Da lì, a bordo di un velivolo dell’aeronautica militare Girone è atteso nel pomeriggio all’aeroporto di Ciampino dove sarà accolto dal ministro degli Esteri Paolo Gentiloni e da quello della Difesa, Roberta Pinotti. Non essendo stato possibile procurare in poche ore i documenti di espatrio richiesti dalla compagnia aerea, il ‘sergente Argo’, come è stato ribattezzato dal suo proprietario, è stato preso in consegna dall’addetto militare Roberto Tomsi. L’ambasciata d’Italia sta intanto completando le formalità che permetteranno al fido compagno del fuciliere di Marina pugliese di lasciare a sua volta l’India verso Roma, la prossima settimana, martedì o al massimo sabato.