Bruxelles, feriti al corteo anti-austerity. La polizia usa gli idranti (video)

Scontri e tensioni a Bruxelles tra polizia e manifestanti al corteo di protesta contro l’austerità. Le forze dell’ordine hanno usato lacrimogeni e cannoni ad acqua e  spray al peperoncino per disperdere i manifestanti. Una decina di teppisti ed estremisti, alcuni di questi col volto coperto, hanno attaccato infatti la polizia durante la manifestazione alla Gare du Midi, col lancio di petardi e oggetti come pietre e bottiglie.

Bruxelles, due poliziotti e otto manifestanti feriti

Almeno due poliziotti e otto manifestanti sono rimasti feriti negli scontri. L’agente rimasto ferito è il commissario Vandesrmissen, il capo della sicurezza, colpito alla testa. Con lui, secondo i media belgi, è rimasto ferito anche un altro poliziotto. Dalle prime ricostruzioni sembra che gli scontri siano stati causati da alcuni infiltrati alla manifestazione organizzata dai sindacati.  Il numero dei fermi resta incerto.

I sindacati uniti sotto lo slogan “la misura è colma”

Migliaia di persone hanno marciato nel centro di Bruxelles per protestare contro le politiche sociali ed economiche del governo che, per i sindacati, minano in profondità le fondamenta del welfare in Belgio. I sindacati lamentano che le politiche di libero mercato portate avanti dal primo ministro liberale Charles Michel nel corso degli ultimi due anni stanno costando a una famiglia media belga circa cento euro al mese.