Borseggiatori incalliti, beccati mentre derubano i turisti: arrestati 5 nomadi

Ancora turisti vittime di borseggiatori. Ancora nomadi in azione per le vie del centro cittadino. Ancora operazioni tempestive delle forze dell’ordine al lavoro sulla prevenzione e contrasto della criminalità. Ancora polemiche sulla sicurezza. Ancora una ennesima dimostrazione di come la capitale sia in ostaggio di micro-criminali d’importazione.

Borseggiatori in via del corso a Roma: sono nomadi con precedenti

E allora, stavolta sono 5 i borseggiatori arrestati dai carabinieri del comando provinciale di Roma durante un controllo di routine; una sesta borseggiatrice, di 12 anni, non imputabile è stata fermata e riaffidata invece ai genitori. Dunque, in seguito a un fermo motivato dai normali controlli per la sicurezza, in un banale pomeriggio domenicale in via del Corso, i carabinieri della Stazione di Roma Quirinale si sono ritrovati a dover arrestare 4 nomadi, bosniaci di 15, 16, 27 e 34 anni, tutti con precedenti e domiciliati presso il campo nomadi di Castel Romano, che si erano impossessati del portafogli di una turista svedese di 37 anni. I militari li hanno notati mentre si avvicinavano alla donna, accerchiandola mentre era distratta, intenta ad osservare le vetrine dei negozi. I quattro, pronti ad agire e a sfruttare a loro vantaggio la distrazione e la fiducia della turista coinvolta dallo shopping non ci hanno pensato su due volte a impossessarsi del suo portafogli: non hanno fatto i conti con i carabinieri nei pressi che, dopo aver attentamente seguito la scena, sono intervenuti bloccando i ladri e restituendo il maltolto alla turista ignara.

Altri borseggiatori fermati a piazza dell’Ara Coeli: sono due nomadi bosniaci

E da un corso a una piazza, cambia la toponomastica ma non il brulicare malavitoso in agguato. E così, in piazza dell’Ara Coeli, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro hanno fermato altri due nomadi di origine bosniaca, un ventenne con precedenti e una sua complice dodicenne, intenti ad asportare il portafogli dalla tasca della giacca di un’altra ingenua turista. Mentre la giovanissima complice distraeva la donna con una scusa qualunque, il ventenne le sfilava abilmente il portafogli. Peccato per loro – per fortuna per la turista derubata – la scena è stata notata dai carabinieri, pronti a intervenire e a bloccare i ladri. Un bilancio anticrimine non proprio trascurabile, allora, quello registrato nel pomeriggio domenicale, con i tre arrestati maggiorenni che sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo, e i due minori imputabili che sono stati accompagnati presso il Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli a disposizione delle Autorità Giudiziaria. Altri 5 borseggiatori resi inoffensivi. Almeno per un po’…