Berlusconi e Marchini presentano la squadra: sarà Bertolaso il “capitano”

La divisione sulle candidature a sindaco di Roma “non vuole dire che l’esperienza del centrodestra sia finita, ma è una questione soltanto romana. Siamo convinti che soltanto se resterà unita potrà vincere le elezioni politiche”: l’appello, e l’auspicio, è di Silvio Berlusconi, che ha parlato oggi al Campidoglio in occasione della presentazione della lista di Marchini, che al primo turno correrà in concorrenza, a destra, con la candidatura di Giorgia Meloni sostenuta da Fratelli d’Italia e Lega. Marchini ha lasciato intendere che la sua “squadra” sarà composta da eccellenze di tutti i settori economici e produttivi, ma nel campo della cultura il grande attore Michele Placido non sarà assessore. Anche se “è un uomo straordinario che si è occupato di teatri e di periferie e ci darà una mano a ridare vigore al progetto per le periferie”, ha spiegato Alfio Marchini. Di peso anche gli altri nomi: dall’ex campionessa olimpica Manuela Di Centa all’architetto Francesco Karrer, dall’economista Gianfranco Polillo, già sottosegretario al Mef nel governo Monti, all’avvocato della Consob Alessandra Tripaldi, dal cardiologo Cesare Greco all’ex vicecomandante generale della Guardia di Finanza Ugo Marchetti.

Guido Bertolaso sarà invece il coordinatore della squadra di Alfio Marchini. “Bertolaso se non esistesse bisognerebbe inventarlo – dice Marchini  – Roma ha bisogno di persone che facciano cose e che sappiano risolvere problemi. Da questa mattina coordinerà la squadra. Inoltre sarà l’uomo punto di riferimento h24 per tutti i cittadini di tutte le emergenze” aggiunge.

Berlusconi, Marchini e il Pd “abusivo”

“Questo è un governo abusivo, illegittimo. Non vuole solo governare l’ordinaria amministrazione ma vuole cambiare la Costituzione italiana, la legge fondamentale del nostro Paese. Lui l’ha voluta cambiare con una maggioranza illegittima. Siamo un Paese con la democrazia sospesa. Un governo non scelto dagli elettori con un presidente del Consiglio mai eletto come membro del Parlamento, un governo che sta in piedi solo per il tradimento di 60 senatori che si sono portati a suo sostegno contro il mandato degli elettori del centrodestra”, ha detto Berlusconi, mentre Marchini ha attaccato direttamente il Pd: “Non si capisce più dove finisce il Pd e iniziano le istituzioni. Si fa campagna elettorale promettendo un miliardo per Roma. Ma non vinceranno queste elezioni”. E sulle possibilità di vittoria, Marchini è stato categorico: “I sondaggi fanno calcoli strani. Noi sentiamo un vento straordinario”.