Azione Nazionale con le candidature civiche appoggiate dal centrodestra

FacebookPrintCondividi

Alle Amministrative del 5 giugno Azione Nazionale sosterrà tutti i candidati sindaci «a forte caratterizzazione civica» sostenuti dal centrodestra. È questo in sintesi il messaggio politico approvato oggi dal Consiglio Direttivo riunito a Roma che, con 11 voti favorevoli (Orsomarso, Cardinali, Cerreto, Ciampi, Crocetto, Facci, Marrocco, Peluso, Santoro, Urzì, Vignale) e 2 voti contrari (Bonelli, Triolo), ha espresso la posizione del Movimento in vista delle imminenti amministrative. Ne dà notizia, in una nota l’ufficio sampa di Azione Nazionale. Le prossime elezioni comunali «non devono essere considerate il laboratorio dei futuri schieramenti e leadership del centrodestra , come fanno Giorgia Meloni e Matteo Salvini», si legge nel documento, anche perché questo «rappresenterebbe un’inaccettabile strumentalizzazione politica della sfida per il buongoverno degli importanti Comuni in cui si vota». Il 5 giugno, prosegue la nota del Direttivo, si va alle urne «per scegliere i migliori sindaci e non per fare regolamenti di conti all’interno del centrodestra tra presunti schieramenti “liberal-moderati” e altrettanto ipotetici schieramenti “identitario-sovranisti”. A maggior ragione va gettata nel ridicolo ogni assurda farneticazione sulla possibilità di utilizzare le elezioni comunali per rilanciare il “Patto del Nazareno” in soccorso del traballante Governo Renzi».  A Roma, si legge ancora nel documento politico, «ribadiamo che il nostro appoggio ad Alfio Marchini, attraverso la Lista Storace, si basa unicamente sul carattere civico esplicitamente rivendicato da questa candidatura, senza ulteriori e improponibili significati di schieramento politico». In questa chiave, conclude il testo, «Azione Nazionale condivide il sostegno nei confronti delle seguenti candidature a forte caratterizzazione civica: a Napoli Gianni Lettieri attraverso la Lista “Napoli Capitale” promossa da Enzo Rivellini; a Milano Stefano Parisi; a Torino Alberto Morano; a Bologna Lucia Borgonzoni attraverso la Lista “Uniti si Vince”; a Cosenza Mario Occhiuto attraverso la Lista “Cosenza positiva”; a Trieste Alessia Rosolen attraverso la Lista “Un’altra Trieste”; a Caserta Enzo Bove attraverso la Lista “Città Futura”, a Benevento Gianfranco Ucci».