Vaccini, arriva il decalogo “antibufale”: basterà a sfatare i falsi miti?

Vaccini sì, vaccini no: un dilemma che ha preso corpo e vigore negli ultimi anni, alimentato da falsi miti e una propaganda anti-immunizzazione sempre più serrata e scoraggiante. Però, la recente epidemia meningococcica che ha colpito duramente la Toscana, ha indotto famiglie e addetti ai lavori a prendere le misure rispetto al calo vaccinale resgistrato negli ultimi anni, e a intervenire fattivamente attraverso un provvidenziale ripensamento di una esaustiva campagna informativa sull’immunizzazione. Basterà a sgomberare il campo dalle incertezze che si alimentano quotidianamente – e da molto tempo ormai – di dubbi e paure, contro-informazioni perenni e periodiche casistiche imperanti sul web?

Vaccini, in arrivo un “decalogo antibufale”

Si comincia, dunque, da un “decalogo antibufale” con le risposte ai principali dubbi di genitori e medici sui vaccini, che sta per fare la sua comparsa, sotto forma di poster, negli studi dei pediatri. A metterlo a punto e distribuirlo ai propri associati e sul proprio sito è la Società Italiana di Pediatria (Sip), che ha lanciato l’iniziativa in occasione della Settimana Europea dell’Immunizzazione celebrata dall’Oms dal 24 aprile in contemporanea con tutti gli altri uffici regionali mondiali. Il poster sviscera tutte le questioni che di solito vengono citate da chi si dichiara antivaccinista, dalla presunta presenza di additivi pericolosi al legame, più volte smentito dagli studi, tra alcune vaccinazioni e l’autismo, al rischio, inesistente, che troppe immunizzazioni «sovraccarichino» il sistema immunitario.

La Società Italiana di Pediatria contro i “falsi miti”

«La Società Italiana di Pediatria è in prima linea nel promuovere la corretta informazione sui vaccini e nel contrastare le notizie infondate che sono alla base del calo delle coperture vaccinali – afferma il Presidente Sip Giovanni Corsello –. Oggi, grazie alle vaccinazioni, non vediamo più alcune malattie infettive, come la polio o la difterite, che in passato hanno fatto tantissimi morti. Il rovescio della medaglia è la convinzione diffusa che queste malattie siano scomparse e che i vaccini siano inutili: è questo uno dei più comuni falsi miti che vogliamo sfatare»…