Usa, pena di morte: giustiziato il ladro che uccise un uomo e i due figlioletti

L’esecuzione è avvenuta: è stato giustiziato in Georgia un uomo accusato nel 1998, 18 anni fa, di tre omicidi. La sentenza di condanna alla pena di morte fu accompagnata da un lungo dibattito nell’opinione pubblica: la storia infatti aveva colpito particolarmente gli americani per la ferocia del rapinatore (ora giustiziato) che, penetrato nella casa delle vittime per impossessarsi dei beni e del denaro, aveva ucciso un imprenditore dei trasporti e i suoi due figlioletti, entrambi minorenni.

Pena di morte, ecco che cosa accadde

Daniel Anthony Lucas è la quinta persona sottoposta a pena di morte in Georgia quest’anno. L’esecuzione è avvenuta tramite una iniezione letale di barbiturico pentobarbital nella prigione di Stato di Jackson, alle 9.54 ora locale. L’ uomo, 37 anni, era stato condannato a morte per l’omicidio, nell’aprile del ’98, del 37enne Steven Moss, suo figlio di 11 anni Bryan a sua figlia di 15, Kristin, entrati in casa durante un furto nella loro casa vicino a Macon. A trovare i cadaveri su Gerri Ann Moss, moglie e madre delle vittime. «Vorrei chiedere scusa alla signora Moss e alla sua famiglia», ha detto Lucas quando gli è stato concesso di pronunciare le sue ultime parole. Ha poi espresso il suo affetto per i suoi amici e la sua famiglia, concludendo con una breve preghiera.