Ucciso il cannibale di al Qaeda: mangiò il cuore di un soldato siriano (video)

Il cannibale è morto. Colui che mangiava il cuore dei soldati siriani finalmente ha cessato di vivere. Un orrido cannibale. Autore di un misfatto documentato con tanto di video che riproponiamo al lettore. Adesso è morto. Fatto fuori in uno scontro a fuoco dai soldati di Damasco. Mai fine fu più meritata. Questo pseudo-ribelle, in realtà cannibale, era diventato tristemente famoso nel 2013 per un video in cui mangiava il cuore di un soldato di Damasco ucciso. Una usanza invero antica, ma proprio di quelle parti: quella dei mangiatori di fegato che combattevano contro Maometto. Contro, avete letto bene. Contro Maometto. Adesso è morto in uno scontro a fuoco tra l’esercito siriano e il Fronte al Nusra, la branca siriana di Al Qaeda nella quale militava. Lo riferiscono varie fonti di attivisti e ribelli in rete. Quegli stessi suoi complici che un Occidente rimbambito e ottuso ha per anni foraggiato e aiutato contro Assad il “despota”. Chissà perchè, poi. Forse per provare a riprodure lo sfacelo libico successivo alla morte di Gheddafi. O forse solo perché  l’ordine di Obama di far fuori il presidente siriano doveva essere eseguito senza tante domande. In ogni modo. Anche affidandosi perciò ai tagliagole cannibali seguaci di Al Qaeda. Misteri della psiche occidentale. E segno lampante di cosa può fare la stupidità umana quando si mette in azione. Perchè poi, per avviare un certo rinsavimento,  c’è voluta tutta la determinazione di Putin e dei pasdaran iraniani: sono stati loro a far cambiare atteggiamento agli occidentali. Comunque sia, quest’essere immondo indegnamente chiamato uomo, adesso è morto. Le stesse fonti affermano che il cannibale, identificato come Khaled Abu Saqqar, è stato ucciso da soldati siriani nel nord della provincia di Latakia. La notizia della sua morte è stata poi confermata dall’ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). Originariamente Saqqar faceva parte delle brigate Al Faruq, e solo successivamente si erano unito ai qaedisti. Il convoglio sul quale viaggiava con altri miliziani sarebbe caduto in un’imboscata lungo una strada di montagna. Il video che ritrae il cannibale mentre si ciba del cuore del soldato siriano ucciso era stato girato nella provincia di Homs tre anni fa.