Tentano di violentare una 15enne in un parco: fermati due pakistani

Una ragazzina di 15 anni è stata aggredita sessualmente in un parco di Limbiate (Monza), da due cittadini pakistani poi arrestati dai carabinieri di Desio. Secondo quanto raccontato dall’adolescente, ascoltata in audizione protetta su disposizione della Procura di Monza, giovedì pomeriggio stava camminando nel giardinetto in attesa di un’amica quando i due uomini le si sono avvicinati. Uno dei due l’ha bloccata mentre l’altro ha iniziato a palpeggiarla nelle parti intime. La quindicenne è riuscita a divincolarsi, scappare e chiedere aiuto ai suoi genitori. Dopo la sua denuncia i carabinieri si sono messi alla ricerca dei due aggressori, fermati ieri nello stesso parco con l’accusa di violenza sessuale.

Chiesta l’espulsione immediata dei pakistani

«Visto che in Pakistan non c’è la guerra, questi 2 delinquenti vanno rispediti subito a casa loro #föradiball». Lo ha scritto, sul suo account Twitter, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, commentando la notizia. Quella dei due cittadini pakistani è l’ennesima violenza, nelle ultime ore, in Lombardia. Due marocchini di 19 e 20 anni, già noti alle forze dell’ordine, sono stati arrestati dai carabinieri di Busto Arsizio per aver rapinato un ragazzino di 15 anni a Rescaldina (Milano). Lo stesso ragazzino ha seguito i suoi aggressori per dare il tempo ai militari di raggiungerlo ed arrestarli.