Tenta di pagare le bollette con banconote false: arrestata nigeriana

Truffa all’amatriciana… in salsa nigeriana. Una vicenda da falsari alla Totò, quella della commerciante straniera che ha tentato di pagare le bollette con banconote false che per grossolaneria e improvvisazione della beffa suona più grottesca che altro… Peraltro il raggiro è stato scoperto praticamente in diretta, rivelando nel giro di breve che la mente e il braccio dell’operazione rispondono alla stessa – unica – persona: una quarantenne proveniente dall’Africa occidentale, arrestata nelle ultime ore a Roma, e in attesa del rito direttissimo con il quale la donna è chiamata a rispondere di falsificazione, spesa e introduzione nello stato, senza concerto, di monete falsificate.

Nigeriana tenta di pagare le bollette con banconote false

Come anticipato, la vicenda tradisce una certa superficilità dell’immigrata nigeriana nell’improvvisarsi falsaria di banconote contraffatte: la donna infatti, mercoledì pomeriggio, si è recata presso l’ufficio postale di via Casilina, e fingendo una certa disinvoltura ha cercato di pagare un bollettino utilizzando 5 banconote da 50 euro, risultate poi evidentemente false. Infatti, non appena ha incassato le banconote, l’addetto allo sportello si è insospettito tanto da prendere con una scusa del tempo per verificare velocemente e fare scattare l’allarme al 112. i carabinieri sono arrivati temepstivamente nell’ufficio postale dove hanno trovato ancora la falsaria nigeria ignara di quanto stava per accaderle.

Falsaria nigeriana arrestata a Roma e processata per direttissima

Così, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina hanno arrestato una nigeriana di 40 anni, commerciante che ha tentato di pagare un bollettino all’ufficio postale utilizzando delle banconote false, e colta quasi in flagrante e con diverse banconote contraffatte ancora nel portafoglio. Gli agenti dell’Arma arrivati sul posto hanno sequestrato il denaro falso e a seguito della successiva perquisizione hanno rinvenuto nella disponibilità della donna complessivamente altre 13 banconote da 50 euro e 3 da 100 euro: tutte rigorosamente contraffatte. Arrestata dai Carabinieri la quarantenne è stata poi accompagnata in caserma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.