Una tazza di tè con la regina? Dopo mille anni apre un bar al castello reale

A cup of tea con la regina al castello di Windsor? È una delle idee nuove e vincenti di alcuni imprenditori britannici del Royal Collection Trust. C’è anche un bar – cosa mai vista da quelle parti – nel progetto di rinnovamento delle strutture turistiche che corredano uno degli edifici simbolo della monarchia britannica, attrazione per torme di visitatori. Lo scrive il Daily Mail. I lavori, finanziati con 37 milioni di sterline, saranno completati entro l’anno prossimo, annuncia ancora il tabloid. E prevedono appunto la creazione del primo caffè, o sala da tè, realizzato fra le mura dell’amato castello di Sua Maestà nei suoi mille anni di storia. Il progetto è coordinato dal Royal Collection Trust nel quadro di un’iniziativa che comprende anche una ristrutturazione di Holyroodhouse, residenza ufficiale della regina in terra di Scozia. I fondi, secondo il Mail, sono stati raccolti grazie alla vendita dei biglietti d’ingresso pagati dai turisti e di souvenir reali piazzati in mezzo mondo.

Pochi giorni fa la regina è andata a mangiare a Mayfair

Ma quello che riguarda la famiglia reale è sempre di grande interesse: ad esempio, pochi giorni fa, si è verificato un evento molto raro. Premesso che con grandi chef al suo servizio a corte la regina non frequenta quasi mai i ristoranti, Elisabetta ha fatto però uno strappo alla regola andando al Bellamy’s, nel lussuoso quartiere londinese di Mayfair, per una cena con la figlia, la 65enne principessa Anna, e sua cugina la principessa Alessandra. Secondo il Mail online, che pubblica le foto della sovrana arrivata al ristorante, il Bellamy’s è l’unico da lei frequentato nel Regno, in rarissime occasioni. Elisabetta ha cenato anche al Caviar Kaspia di Parigi. Resta segreto il menù scelto dalla regina in questa occasione ma si dice che in passato abbia molto gradito la quaglia arrosto. Inoltre pochi giorni fa si è appreso che occorrono meno di 200.000 sterline (300.000 euro scarsi) per portarsi a casa la lussuosa Bentley Mulsanne seminuova su cui per due anni si è accomodata – uniproprietaria – la regina Elisabetta. A metterla in vendita, ha raccontato Sky News, è il sito Auto Trader, che la offre esattamente a 199.850 pounds come un’opportunità da non perdere, se non proprio un affare, per metter le mani su un interessante pezzo di storia. Scura, con sedili in pelle bianca immacolata, perfettamente tenuta dall’autorimessa di palazzo reale, la sfarzosa ammiraglia simbolo della tradizione britannica indica al cruscotto appena 6000 miglia percorse. Neppure il rodaggio per un possente motore da 6.750 cc in grado di spingere teoricamente la pesantissima e corazzata vettura fino a 184 miglia all’ora, sul filo dei 300 chilometri orari: almeno in rettilineo. Un’automobile che nel 2012 ha portato Elisabetta II in trionfo nei giorni del suo Giubileo di Diamante con la corona o ancora che è stata fotografata di fronte al numero 10 Downing quando Sua Maestà venne accolta dall’attuale primo ministro, David Cameron. Ma soprattutto che un buon collezionista potrà aggiudicarsi nell’imminenza di un altra data cruciale: il compimento dei 90 anni di età della monarca, il 21 aprile prossimo.