Tammurriata nera, nel Salento nasce un bimbo di colore da coppia bianca

FacebookPrintCondividi

Come lo volti, come lo giri, il neonato è un bimbo di colore, figlio però di una coppia dalla pelle bianca che più bianca non si può: e la cronaca della giornata racconta di una Tammurriata nera in salsa salentina, e proprio nella ricorrenza del 25 aprile…

Bimbo di colore da coppia bianca: subbuglio in un paese del Salento

I genitori sono bianchi ma il bambino, nato qualche giorno fa, ha la pelle nera: la notizia – pubblicata su La Gazzetta del Mezzogiorno - ha provocato subbuglio in un piccolo paese del Sud Salento dove non si parla d’altro. Il padre è un operaio, la madre una casalinga: quel figlio, il terzo, sembra che la coppia lo abbia fortemente voluto, forse per porre fine – si mormora – ad una crisi che stava minando il loro legame. Il parto, naturale, è avvenuto in ospedale. Il padre, dopo il primo stupore, ha riconosciuto il bambino che ora, pare, dovrebbe essere sottoposto alla prova del Dna. Nessuno fra parenti e conoscenti vuole parlare. Ma la notizia del bimbo di colore nato da coppia bianca – assicurano i bene informati – è proprio in questi termini: il piccolo è nato con la pelle nera da due genitori indiscutibilmente bianchi.

Bimbo di colore da coppia bianca: tra Dna e albero genealogico

I più maligni, allora, hanno prontamente urlato allo scandalo; i più bonari hanno invocato argomentazioni genetiche; e quelli che non non si sono fatti ancora un’idea precisa, tacciono. Si dice, si mormora, si sospetta e si giustifica: le voci sono tante, insomma, e la più condivisa, al momento, – si legge nell’articolo pubblicato sul quotidiano – vuole che si stia scavando fra gli antenati della madre del piccolo, nel suo passato familiare. Quindi, al di là dei sospetti e delle malelingue, le risposte al curioso interrogativo su come sia stato possibile in caso del genere potrebbero annidarsi negli attesi riscontri scientifici che arriveranno dal laboratorio di genetica, e da una loro comparazione con quanto ricostruito con l’esame dell’albero genealogico. Il raffronto tra scienza e storia, insomma, stabilirà la verità, ponendo fine alle tante chiacchiere che stanno attraversando il piccolo paese del Salento, popolato da poco più di 4.000 persone: tutte – o quasi – pronte a dispensare una propria lettura del particolarissimo caso del bimbo di colore nato da coppia bianca.