Scontro Raggi-Marchini. Lei: non sei libero dai partiti. Lui: sei settaria

FacebookPrintCondividi

Non appena ha cominciato a circolare la notizia del ritiro di Bertolaso e dell’abbraccio azzurro a Alfio Marchini le reazioni non ci sono state solo nell’area dell’ex centrodestra. Si è fatta sentire anche Virginia Raggi, candidata M5S: “Oggi cade la maschera anche di Marchini, che diceva tanto ‘liberi dai partiti’, ‘liberi dai partiti’ e invece si prende il sostegno di Bertolaso e quindi di Forza Italia”. Un’accusa replicata anche dal Pd: cade il velo del “civismo”, incalzano i sostenitori di Giachetti,Marchini dovrebbe ritirare quei manifesti in cui campeggia lo slogan: “Liberi dai partiti”. E Marchini ribatte dicendo che non ci pensa proprio a rinnegare quello slogan: “Liberi dai partiti significa forti e autonomi per permettersi alleanze tra liberi per liberare Roma da tutti coloro che l’hanno ridotta così e dal populismo che rischierebbe di farla sprofondare ancora più giù”. E poi attacca direttamente la candidata grillina:  “Oggi è ancor più comprensibile la preoccupazione della Raggi che continua ad evitare ogni confronto -dice Marchini- ha paura di non avere il copione pronto? Nell’attesa che prenda coraggio la aiuto a capire il significato della parola liberi dai partiti. Siamo forti e autonomi per permetterci ciò che il suo settarismo impolitico non le consente: alleanze per liberare Roma anche dal suo populismo”.