Scandagliano il lago di Loch Ness e trovano il mostro: ma non era Nessie…

All’inizio la reazione è stata di stupore, quando un gruppo di ricercatori internazionali, che con un robot sottomarino stavano scandagliando il fondo del lago di Loch Ness in Scozia, ha intravisto una forma simile a quella di un animale preistorico lunga diversi metri con tanto di collo. Ma poi si sono dovuti ricredere perché non si trattava di ‘Nessie’ ma solo di un oggetto scenico, il modello del famoso quanto leggendario mostro scozzese, usato nel film del 1970 ‘Vita privata di Sherlock Holmes’, diretto da Billy Wilder, e affondato durante la lavorazione della pellicola. ”Abbiamo trovato un mostro ma non quello che la gente si aspettava”, ha detto ironicamente l’esperto di ‘Nessie’ Adrian Shine. Le ricerche sono state condotte dalle norvegese Kongsberg Maritime, in collaborazione con VisitScotland, ente per il turismo scozzese, e il Loch Ness Project, diretto da Shine.