Ripubblicato «Giro d’Italia» di Pavolini. La figlia Mia: mio padre lo scrisse perché…

Il gruppo culturale l’Italiano ha deciso di onorare Alessandro Pavolini, a cui si devono, tra le altre cose, il Maggio musicale fiorentino e altre iniziative culturali, ripubblicando in concomitanza con lo storico Giro d’Italia, l’omonimo libro di Pavolini, da lui scritto nel 1928, e oramai introvabile. Giro d’Italia al tempo fu un’opera rivoluzionaria, perché fece sbarcare nel panorama letterario italiano un tema che allora non si trattava, quello dello Sport, considerato dai benpensanti ottocenteschi come leggero e non appropriato. Alessandro Pavolini, giovane vicefederale del Partito fascista di Firenze, ebbe il coraggio di farlo, nell’ottica modernizzatrice di quegli anni, ed ebbe un grande successo, soprattutto all’estero. In Italia erano ancora forti i retaggi del secolo precedente legati a pseudo valori retorici, patriottardi, paludati, cosa che la cultura fascista stava tentando di superare. Da allora il libro di Pavolini, che ne segnò l’esordio come scrittore, non è più stato ripubblicato.

La figlia di Pavolini dalla Spagna ringrazia l’editore

Significativa l’iniziativa di una dei tre figli di Pavolini, Mia, che dalla Spagna dove vive è venuta a conoscenza della nuova riedizione di Giro d’Italia, e ha scritto all’organizzatore dell’operazione editoriale, Massimiliano Mazzanti, per manifestare la sua soddisfazione. Scrive Mia Pavolini: «Quanta emozione mi dà che tu Massimiliano Mazzanti ami Giro d’Italia, e che tu abbia preso la bella iniziativa di farlo ristampare e di diffonderlo perché effettivamente è oggi introvabile. Questo libro mio Padre lo scrisse per guadagnare qualche soldo per regalare l’anello di fidanzamento a mia madre e ho la fortuna di avere la sua dedica manoscritta a mia madre, salvata tra la perdita di quasi tutto nel ’45. Ovviamente mio Padre, sportivo entusiasta, amante della bicicletta e di questo nostro Paese tanto amato , ne trovó qui lo spunto. A presto». Echi di un’altra epoca, di un’altra Italia, di un’altra stagione letteraria e politica. Il libro si potrò ordinare scrivendo sulla pagina Facebook Destramente o contattando direttamente l’editore Lupo. Giro d’Italia uscirà entro fine mese. La casa editrice è già alla quarta ristampa di libri introvabil: iniziò con Scomparsa d’Angela sempre di Pavolini, seguito dal romanzo giovanile di Benito Mussolini L’amante del cardinale e dal saggio Rivolta Ideale di Alfredo Oriani.