Il Regno Unito festeggia i 90 anni di Elisabetta. Sovrani mai così popolari

Compie 90 anni Elisabetta II, un traguardo mai raggiunto da un regnante britannico, e allinea i suoi eredi guardando al futuro di una monarchia all’apice della popolarità. E una immagine è il simbolo di questo storico momento per il Regno Unito: quella scattata dal fotografo della Royal Mail per i nuovi francobolli in cui compaiono quattro generazioni di Windsor. La sovrana è al centro, con Carlo, il futuro re, alla sua destra, e il nipote William alla sinistra: tutti sorridono col piccolo George al centro, che sfodera un irresistibile “ghignetto” stando su un piedistallo che gli consente di essere alla stessa altezza dei familiari. Da questa fotografia sono stati ricavati i francobolli dei quattro reali, il primo col volto del principino, che rappresentano la continuità di una dinastia che con Elisabetta, nata il 21 aprile 1926 «quando ancora c’era il cinema muto», come ricorda la Bbc, può contare su un successo senza precedenti. Lo dicono i sondaggi: il livello di gradimento della regina supera il 74%, contro il già alto 69% di novembre. La sovrana ha raggiunto tutto questo risollevando le sorti di una monarchia in crisi negli anni Novanta, fra i divorzi dei figli e i contraccolpi seguiti alla morte della principessa Diana. Raggiunti i 90 anni, Elisabetta appare in gran forma: ha iniziato, con al fianco il principe Filippo, i grandi festeggiamenti prendendo parte fra la folla entusiasta a due eventi pubblici a Windsor e altri la attendono nei prossimi giorni.

Elisabetta ha polverizzato i record dei monarchi precedenti

Lei appare instancabile nella sua attività istituzionale da record ma l’età le impone di pensare al futuro e a chi verrà dopo di lei, sebbene resti come un tabù la possibilità di una abdicazione in favore del figlio Carlo. Si è parlato di una lenta successione che va avanti ormai da anni, con sempre più impegni pubblici suddivisi fra il principe di Galles e i giovani reali, William con Kate ed Harry. Anche se spetta a Carlo la corona sembra proprio che il volto pubblico della monarchia, naturalmente dopo la sovrana, in questi giorni sia William, scelto per una lunga intervista alla Bbc e alle altre emittenti del Regno. Il duca di Cambridge ha detto che la nonna è un esempio da seguire e che quando toccherà a lui sedere sul trono di San Giacomo si ispirerà a lei, alla sua imparzialità e neutralità rispetto al dibattito pubblico, preferendola agli interventi del padre Carlo visti da molti come ingerenze inopportune per un reale. William si è anche difeso dalle accuse di aver preso parte negli ultimi tempi a pochi impegni pubblici in qualità di secondo in linea di successione al trono. «Prendo il mio ruolo molto sul serio, così come le mie responsabilità», ha sottolineato il duca di Cambridge, aggiungendo che è pronto a un maggiore impegno «quando arriverà il momento». Per ora si sta concentrando molto sul suo lavoro di pilota in un servizio di eliambulanze e sulla sua famiglia. Anche se la monarchia al momento non corre alcun rischio c’è però qualche possibile incognita per il futuro oltre il regno di Elisabetta. Fin da ora il movimento dei repubblicani, pochi ma agguerriti, si prepara a lanciare, dopo la morte della sovrana, una campagna per un referendum sul mantenere o meno l’attuale forma di governo del Paese. Per il momento l’unico risultato è stato quello di attirarsi le ire di molti sudditi che invece vogliono concentrarsi sulle celebrazioni per il compleanno della loro sovrana che raggiungeranno il culmine in una serie di eventi a giugno. Per lei è pronto anche un regalo speciale da parte della first lady Michelle Obama che porterà “a sorpresa” il marito al pranzo reale di venerdì durante il tour internazionale del presidente americano che prevede anche una tappa a Londra e un omaggio alla sovrana.