Mezza tonnellata di droga sequestrata a Firenze: arrestati due marocchini

Sequestrati dalla polizia oltre 450 chilogrammi di hashish, nascosti nel garage di un palazzo nella zona di Rifredi, all’immediata periferia nord di Firenze. In manette, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, sono finiti due fratelli marocchini di 29 e 32 anni, regolari in Italia, entrambi conprecedenti di polizia. Secondo gli investigatori, avrebbero venduto la droga ai pusher del territorio di Firenze e provincia. L’hashish sequestrato ha un valore all’ingrosso di circa mezzo milione di euro. Rivenduto al dettaglio, avrebbe fruttato fino a 4 milioni di euro. Gli agenti della mobile fiorentina sono arrivati ai due trafficanti grazie a un’informazione confidenziale, nell’ambito di indagini che nell’ultimo periodo hanno portato a numerosi sequestri analoghi nel territorio fiorentino, per un totale di circa una tonnellata di hashish.

A portare avanti le indagini, la Squadra Mobile della polizia e la Sezione Antidroga. Sono state seguite le mosse di uno dei due fratelli, che cambiava macchina spesso per spostarsi, come racconta La Nazione. Ne usava 2-3 al giorno. Nella serata di giovedì il giovane è stato bloccato. Dai controlli sono saltate fuori anche le chiavi del garage, già osservato dalla polizia. Qui sono saltati fuori i panetti: mezza tonnellata divisa in singoli panetti da 100 grammi. Sequestrata anche una macchinetta contasoldi e denaro contante. La droga avrebbe potuto fruttare milioni sul mercato degli stupefacenti.