Messa per Mussolini a Catania. Saluti romani anche dall’altare (VIDEO)

La Digos della Questura di Catania ha acquisito un video, postato sul sito Meridionews, in cui è ripresa la messa celebrata giovedì 28 aprile nella chiesa di Santa Caterina in suffragio per la morte di Benito Mussolini, come avviene ogni anno. La polizia di Stato presenterà una relazione alla Procura su eventuali ipotesi di reato. Nel filmato si vedono diverse decine di persone alla conclusione della funzione scattare sugli attenti e rispondere tre volte “presente” ad incitazioni scandite ad alta voce da un uomo che indossa camicia e giacca nere: “Per il duce d’Italia Benito Mussolini”, “Per i caduti della Repubblica sociale”, “Per tutti i martiri fascisti”.

Contro la messa per Mussolini scritte comuniste sulla chiesa

Lo scorso anno la messa è stata celebrata nella chiesa Santa Maria della Guardia e la facciata è stata imbrattata la notte precedente con simboli del comunismo, come falce e martello, disegnati con della vernice rossa. Giovedì la funzione è stata celebrata da padre Salvatore Lo Cascio, ex cappellano del carcere di Bicocca, che durante i tre saluti fascisti si vede sorridere dietro a un laico che indossa una tunica bianca e che invece alza la mano. «Ridevo – spiega – per l’imbarazzo, a me queste cose non interessano. Ho pensato a papa Francesco quando dice che non siamo nessuno per giudicare». Dall’arcivescovado invitano alla prudenza: “Non ci si può approfittare di un luogo sacro per una manifestazione politica – osserva il vicario generale Salvatore Genchi – tanto più se è vietata dalla Costituzione. Stiamo pensando come essere più prudenti il prossimo anno, per capire se è il caso di accettare queste celebrazioni o rifiutarle».